Cesare Siepi

Biography

Born: February 10, 1923; Milan, Italy  
Bass Cesare Siepi was, as mezzo-soprano Giulietta Simionato observed in Lanfranco Rasponi's book The Last Prima Donnas, "the king of the bassos, a grand seigneur on the stage." For 23 seasons, he was the Metropolitan Opera's leading basso cantante, as adept in the elegance of Mozart's Don Giovanni and Figaro as he was in the long-lined, vocally demanding bass protagonists of Verdi.

His Met debut occurred when Bulgarian bass Boris
Read more Christoff was unable to receive security clearance for travel to the United States. New general manager Rudolf Bing intended his new production of Verdi's Don Carlo as a prototype of the beautifully sung and theatrically vivid events he wanted to make the rule rather than the exception. Siepi's brooding, superlatively sung King Phillip established the 27-year-old singer as an artist of the first rank.

Born in Milan, Siepi initially studied to become a schoolteacher and undertook courses leading toward that goal. While music had been an important element in his life and he had studied voice singly in public at the age of 15, he had no intention of pursuing music professionally. At the age of 18, however, urged by friends and knowing only two arias, he entered a national voice competition in Florence and won first prize. An impresario in the audience heard his potential and engaged the tall, handsome singer for a production of Rigoletto. Thus, Siepi, at the age of 18, made his debut as Sparafucile in Schio (near Venice) and earned reviews that made him look seriously a future in music.

The outbreak of war in Europe put his career on hold. When Italy was occupied by the Nazis, Siepi escaped to neutral Switzerland and remained there for the duration of WWII. Returning to Italy following the cessation of hostilities, he appeared at La Fenice as Silva in Verdi's Ernani. During a La Scala summer season, he sang Sparafucile once more, as well as Ramfis and Padre Guardiano. A further honor came when he was asked to sing Zaccaria in Verdi's Nabucco in the first production held in La Scala's reconstructed theater building. Siepi continued to appear with the company until 1950 in a series of leading roles. He also took part in Toscanini's commemoration of composer/librettist Arrigo Boito in 1948 and created the role of Nonno Innocenzo in Pizzetti's L'oro.

After the success of his Met debut, Siepi quickly established himself as heir to Ezio Pinza. Like Pinza, Siepi was endowed with that animal magnetism indispensable for true stardom. In roles such as Padre Guardiano, he exuded a calm authority, but as Don Giovanni, he breathed a sensuality barely concealing a core of danger and self-absorption. His suavely vocalized Don was conspicuously on display at Salzburg Festivals during the mid-1950s and is preserved on several excellent live recordings.

Siepi was also shown to advantage as bass soloist in two exceptional recordings of Verdi's Manzoni Requiem, first with Toscanini and his NBC Symphony in 1951 and, later, with Victor de Sabata and the La Scala Orchestra and Chorus.

Siepi's relationship with the Met resulted in a total of 379 performances over 23 seasons, all of them in leading roles (71 as Don Giovanni and 56 as Figaro). Other roles included Basilio, Ramfis, Alvise, Boris Godunov (sung in English), Silva, Zaccaria, Méphistophélès, Fiesco, Oroveso, and (in German) Gurnemanz.

Despite his close relationship with the Met, Siepi performed frequently with other houses in America and Europe. He continued to sing well into his sixties. Read less

Biography

Born: February 10, 1923; Milan, Italy  
Bass Cesare Siepi was, as mezzo-soprano Giulietta Simionato observed in Lanfranco Rasponi's book The Last Prima Donnas, "the king of the bassos, a grand seigneur on the stage." For 23 seasons, he was the Metropolitan Opera's leading basso cantante, as adept in the elegance of Mozart's Don Giovanni and Figaro as he was in the long-lined, vocally demanding bass protagonists of Verdi.

His Met debut occurred when Bulgarian bass Boris
Read more
WORKS ALBUMS
TITLE/COMPOSER
LABEL
Nabucco - Highlights: Overture
Part I: Gli arredi festive giù cadano infranti
Part I: Sperate, o figli! . . . D'Egitto là sui lidi
Part I: Come notte a sol fulgente
Part I: Fenena! O mia diletta!
Part I: Io t'amava! Il regno, il core
Part I: Lo vedeste? Fulminando egli irrompe nella folta!
Part I: Viva Nabucco!
Part I: Tremin gl'insani del mio, del mio furore!
Part I: Mio furor, non più costretto
Part II: Ben io t'invenni, o fatal scritto!
Part II: Anch'io dischiuso un giorno
Part II: Chi s'avanza? - Salgo già del trono aurato
Part II: Veni, o Levita! - Tu sul labbro
Part II: Che si vuol? - Il maledetto non ha fratelli
Part II: Deh fratelli, perdonate!
Part II: S' apressan gl'istanti d'un 'ira fatale
Part II: S'oda or me!
Part II: Chi mi toglie il regio scettro?
Nabucco - Highlights: Part III: Va, pensiero, sull'ali dorate
Part III: Oh, chi piange? - Del futuro nel buio discerno
Part III: Eccelsa donna, che d'Assiria il fato reggi
Part III: Donna, chi sei?
Part III: Oh di qual'onta aggravasi
Part III: Ah qual suon! . . . Deh perdona
Part IV: Son pur queste mie membra!
Part IV: Dio di Giuda!
Part IV: Porta fatal, oh t'aprirai!
Part IV: Va! La palma del martirio ... Oh dischiuso è il firmamento!
Part IV: Viva Nabucco . . . Qual grido è questo!
Part IV: Su me, morente, esanime
Part IV: Ah torna Israello - Immenso Jeovha
Overture
"Notte e giorno faticar"
Ma qual mai s'offre, o Dei
"Orsù, spicciati presto"
"Ah! chi mi dice mai" - "Udisti? qualche bella"
"Madamina, il catalogo è questo"
"Giovinette, che fate all'amore"
"Manco male, è partita"
"Ho capito, signor sì!"
"Alfin siam liberati"
"Là ci darem la mano" - "Fermati, scellerato!"
"Ah, fuggi il traditor"
"Mi par ch'oggi il demonio si diverta"
"Non ti fidar, o misera"
"Don Ottavio... son morta!"
"Or sai chi l'onore"
"Dalla sua pace"
"Io deggio ad ogni patto"
"Fin ch'han dal vino"
"Masetto... senti un po'..."
"Batti, batti, o bel Masetto"
"Presto, presto... pria ch'ei venga"
"Bisogna aver corragio"
"Riposate, vezzose ragazze"
"Eh via, buffone, non mi seccar"
"Ah! taci, ingiusto core"
"Deh! vieni alla finestra"
"Metà di voi qua vadano"
"Vedrai, carino"
"Di molte faci il lume"
"Sola, sola in buio loco"
"Ah! pietà, signori miei!"
"Il mio tesoro intanto"
"In quali eccessi, o numi...Mi tradi quell'alma ingrata"
"Ah! ah! ah! questa è buona!"
"O statua gentilissima"
"Calmatevi, idol mio"
"Non mi dir, bell'idol mio"
"Già la mensa è preparata"
"Don Giovanni, a cenar teco m'invitasti"
"Ah! dov'è il perfido?"
"Questo Mar Rosso"
Pensier profondo"
"Legna!"
"Si può" - "Chi è là?"
"Io resto"
"Chi è là?"
"Si sente meglio?"
"Che gelida manina"
"Sì. Mi chiamano Mimì" (Aria) - "Ehi! Rodolfo!"
"O soave fanciulla"
"Arranci, datteri!"
"Chi guardi?" - "Ecco i giocattoli di Parpignol"
"Viva Parpignol..." - "Una cuffietta a pizzi"
"Oh!...Essa!...Musetta!"
"Quando m'en vo'" (Musetta's Waltz)
"Chi l'ha richiesto?...Caro! - Fuori il danaro!"
"Ohè, là, le guardie!" - "Aprite!"
"Sa dirmi, scusi"
"Mimì!" - "Rodolfo m'ama e mi fugge"
"Marcello. Finalmente!"
"Mimì è una civetta"
"Mimì è tanto malata!"
"Donde lieta uscì"
"Dunque: è proprio finita!...Addio, dolce svegliare"
"In un coupé?"
"O Mimì, tu più non torni" (Duetto) - "Che ora sia"
"Gavotta"
"C'è Mimì..."
"Vecchia zimarra, senti"
"Sono andati"
"Che avvien?...Che ha detto il medico?"
Overture (Sinfonia)
"Buona notte, mia figlia"
"Me pellegrina ed orfana"
"Ah! per sempre, o mio bell'angelo"
"Vil seddutor!...Infame figlia!"
"Holà, holà, holà!"
"La cena è pronta"
"Al suono del tamburo"
"Padre Eterno, Signor, pietà di noi!"
"Viva la buona compagnia!"
"Poich'è imberbe l'incognito"
"Sta bene"
"Son giunta! Grazie, o Dio!"
"Chi siete?"
"Or siam soli"
"Il santo nome..Il santo speco"
"Attenti al gioco, attenti"
"Dell natal sua terra"
"Al tradimento"
"All'armi! All'armi!"
"Solenne in quest'ora"
"Urna fatale del mio destino"
"Compagni, sostiamo"
"Voi che si larghe cure"
"Venite all'indovina"
"A buon mercato"
"Pane, pan per carità"
"Nella guerra, è la follia"
"Toh, toh! Poffare il mondo!"
"Lasciatelo, ch'ei vada"
"Fate la carità"
"Sì, sì, ma in otto giorni"
"Auf! Pazienza non v'ha che basti!"
"Giunge qualcun; aprite"
"Fratello...Riconoscimi!"
"Pace, pace, mio Dio"
"Io muoio! Confessione!"
"Non imprecare; umiliati"
Overture
Act I Scene 1: Introduzione: Notte e giorno faticar - Recitative: Leporello, ove sei? (Leporello, Donna Anna, Don Giovanni, Il Commendatore)
Act I Scene 1: Recitative: Ah del padre in periglio (Donna Anna, Don Ottavio)
Act I Scene 2: Recitative: Orsu, spiciati presto (Don Giovanni, Leporello)
Act I Scene 2: Aria: Ah, chi mi dice mai (Donna Elvira, Don Giovanni, Leporello)
Act I Scene 2: Aria: Madamina, il catalogo e questo (Leporello, Donna Elvira)
Act I Scene 3: Coro: Giovinette che fate all'amore - Manco sale e partita (Zerlina, Masetto, Chorus, Don Giovanni, Leporello)
Act I Scene 3: Aria: Ho capito, Signor, si! (Masetto, Don Giovanni, Zerlina)
Act I Scene 3: Duettino: La ci darem la mano - Fermati, scellerato! (Zerlina, Don Giovanni, Donna Elvira)
Act I Scene 3: Aria: Ah! Fuggi il traditor! (Donna Elvira)
Act I Scene 3: Recitative: Mi par che oggi il demonio (Don Giovanni, Don Ottavio, Donna Anna)
Act I Scene 3: Aria: Or sai chi l'onore (Donna Anna)
Act I Scene 3: Recitative: Come mai creder deggio (Don Giovanni, Don Ottavio)
Act I Scene 3: Recitative: Io deggio ad ogni patto (Leporello, Don Giovanni)
Act I Scene 3: Finch'han dal vino, "Champagne Aria" (Don Giovanni)
Act I Scene 4: Recitative: Masetto, senti un po! (Zerlina, Massetto)
Act I Scene 4: Aria: Batti, batti, o bel Masetto (Zerlina)
Act I Scene 4: Recitative: Guarda un po' come seppe (Masetto, Don Giovanni, Zerlina, Donna Elvira, Don Ottavio, Donna Anna, Leporello)
Act I Scene 5: Riposate, vezzose ragazze (Don Giovanni, Masetto, Zerlina, Leporello, Donna Anna, Donna Elvira, Don Ottavio)
Act II Scene 1: Duetto: Eh via, buffone, non mi seccar! (Don Giovanni, Leporello)
Act II Scene 1: Terzetto: Ah taci ingiusto core (Donna Elvira, Leporello, Don Giovanni)
Act II Scene 1: Recitative: V'e gente alla finestra (Don Giovanni, Masetto)
Act II Scene 1: Aria: Vedrai, carino (Zerlina)
Act II Scene 2: Recitative: Di molte faci il lume (Leporello, Donna Elvira, Donna Anna, Zerlina, Don Ottavio, Masetto)
Act II Scene 2: Aria: Il mio tesoro intanto (Don Ottavio)
Act II Scene 2: Recitativo accompagnato ed Aria: In quali eccessi - Mi tradi quell'alma ingrata (Donna Elvira)
Act II Scene 3: Recitative: Ah, ah, ah questa buona (Don Giovanni, Leporello, Il Commendatore)
Act II Scene 4: Recitative: Calmatevi, idol mio! (Don Ottavio, Donna Anna)
Act II Scene 5: Gia la mensa e preparata (Don Giovanni, Leporello, Donna Elvira)
Act II Scene 5: Don Giovanni, a cenar teco (Il Commendatore, Don Giovanni, Leporello, Chorus)
Act II Scene 16: Ah dove e il perfido (Donna Anna, Donna Elvira, Zerlina, Don Ottavio, Masetto, Leporello)
Overture
"Notte e giorno faticar"
Ma qual mai s'offre, o Dei
"Orsù, spicciati presto"
"Ah! chi mi dice mai" - "Udisti? qualche bella"
"Madamina, il catalogo è questo"
"Giovinette, che fate all'amore"
"Manco male, è partita"
"Ho capito, signor sì!"
"Alfin siam liberati"
"Là ci darem la mano" - "Fermati, scellerato!"
"Ah, fuggi il traditor"
"Mi par ch'oggi il demonio si diverta"
"Non ti fidar, o misera"
"Don Ottavio... son morta!"
"Or sai chi l'onore"
"Dalla sua pace"
"Io deggio ad ogni patto"
"Fin ch'han dal vino"
"Masetto... senti un po'..."
"Batti, batti, o bel Masetto"
"Presto, presto... pria ch'ei venga"
"Bisogna aver corragio"
"Riposate, vezzose ragazze"
"Eh via, buffone, non mi seccar"
"Ah! taci, ingiusto core"
"Deh! vieni alla finestra"
"Metà di voi qua vadano"
"Vedrai, carino"
"Di molte faci il lume"
"Sola, sola in buio loco"
"Ah! pietà, signori miei!"
"Il mio tesoro intanto"
"In quali eccessi, o numi...Mi tradi quell'alma ingrata"
"Ah! ah! ah! questa è buona!"
"O statua gentilissima"
"Calmatevi, idol mio"
"Non mi dir, bell'idol mio"
"Già la mensa è preparata"
"Don Giovanni, a cenar teco m'invitasti"
"Ah! dov'è il perfido?"
Requiem & Kyrie
Dies Irae: Dies Irae
Dies Irae: Tuba mirum
Dies Irae: Mors stupebit
Dies Irae: Liber scriptus
Dies Irae: Quid sum miser
Dies Irae: Rex tremendae
Dies Irae: Recordare
Dies Irae: Ingemisco
Dies Irae: Confutatis
Dies Irae: Lacrymosa
Offertorio: Domine Jesu Christe
Offertorio: Hostias
Sanctus
Agnus dei
Lux aeterna
Libera me: Libera me, Domine
Libera me: Dies Irae
Libera me: Libera me, Domine
Overture
"Cinque... deci... venti..." - "Cosa stai misurando"
"Se a caso Madama la notte ti chiama"
Bravo, signor padrone...Se vuol ballare...Ed aspettaste
"La vendetta" - "Tutto ancor non ho perso"
"Via resti servita" - "Va là, vecchia pedante"
Non so più...Ah, son perduto!
Cosa sento!...Basilio, in traccia tosto...Giovani
"Non più andrai"
Porgi amor...Vieni, cara Susanna
"Voi che sapete" - "Bravo! che bella voce!"
Venite! Inginocchiatevi...Quante buffonerie!
"Che novità!"
"Susanna, or via, sortite" - "Dunque, voi non aprite"
"Aprite, presto, aprite" - "O guarda il demonietto!"
"Tutto è come io lasciai"
"Esci, ormai, garzon malnato" - "Susanna!... Signore!"
"Signore, di fuori" - "Ah! signore... signor!"
"Voi signor, che giusto siete"
"Che imbarazzo è mai questo" - "Via, fatti core"
"Crudel! perché finora" - "E perché fosti meco"
Hai già vinta la causa!...Vedrò mentr'io sospiro...
"Riconosci in questo amplesso" - "Eccovi, o caro amico" - "Andiamo, andiam, bel paggio"
E Susanna non vien...Dove sono i biei momenti...Io
Cosa mi narri!...Che soave zeffiretto...Piegato è
Ecco la marcia...Eh, già, solita usanza
L'ho perduta...Barbarina, cos'hai?
Il capro e la capretta...Nel padiglione a manca
"In quegli anni in cui val poco"
"Tutto è disposto"
Giunse alfin il momento...Deh, vieni, non tardar...
Pian pianin le andrò più presso...Tutto è tranquillo
"Gente, gente, all'armi"
I. Kyrie - Assai sostenuto - Mit andacht
II. Gloria: Allegro vivace
III. Credo: Allegro ma non troppo
IV. Sanctus: Adagio. Mit Andacht
V. Agnus Dei: Adagio
Preludio
Ave, Signor degli angeli e dei santi!
Ave Signor!
T'è noto Faust?
Siam nimbi volanti dai limbi
Salve Regina!
Perchè di là?
Al soave raggiar di primavera
Sediam sovra quel sasso
Dai campi, dai prati
Che baccano!
Sono lo spirito che nega
Se tu mi doni un'ora di riposo
Cavaliero illustre e saggio
Dimmi se credi, Enrico
Dio clemente, nuova, ignara
Su, cammina, cammina, cammina (La notte del sabba)
Folletto
Ascolta!
Popoli! E scettro e clamide
Ecco il mondo
Ah! su! riddiamo, riddiamo
L'altra notte in fondo al mare
Dio di pietà! son essi!
Lontano, lontano, lontano
Sorge il dì
Spunta l'aurora pallida
La luna immobile
Ecco la notte del classico Sabba
Danza
Ah! Trionfi ad Elena
Notte cupa, truce
Forma ideal, purissima
O incantesimo! parla! parla!
Cammina, cammina ...
Giunto sul passo estremo
Ave Signor, Signor degli angeli
Preludio
Feste! Pane! Feste!
E cantan su lor tombe!
L'ora non giunse ancor
Voce di donna ... a te questo rosario
Enzo Grimaldo, Principe di Santafior
Maledici? sta ben
O monumento!
Carneval! Baccanal!
Ho! he! ho! he! Fissa il timone!
Pescator, affonda l'esca
Sia gloria ai canti dei navaganti!
Cielo e mar!
Ma chi vien?...Oh! la sinistra voce!
Laggiù fra le nebbe remote
Stella del marinar!
E un anatema!
Il mio braccia t'afferra!
Sì, morir ella de'!
Là turbini e farnetichi
Qui chiamata m'avete?... Bella così, madonna
La gaia canzone fa l'eco languir
Benvenuti, messeri!
Grazie vi rendo
Il ballo delle ore (Dance of the Hours) ... Prodigio!
Vieni! Lasciami! ohimè!
Preludio ... Nessun v'ha visto?
Suicidio!
Ecco il velen di Laura
Ah, il cor mi si ravviva
Ora posso morir
Così mantieni il patto?


YOU MUST BE A SUBSCRIBER TO LISTEN TO ARKIVMUSIC STREAMING.
TRY IT NOW FOR FREE!
Sign up now for two weeks of free access to the world's best classical music collection. Keep listening for only $19.95/month - thousands of classical albums for the price of one! Learn more about ArkivMusic Streaming
Already a subscriber? Sign In